Da “Un’estate italiana” di Gianna Nannini ed Edoardo Bennato a “Scrivimi” di Nino Buonocore

Da Emis Killa al reboot di Baywatch, il revival degli anni ’90 è ufficialmente partito da un po’ riportando alla luce trasmissioni storiche come il “Karaoke” di Fiorello (rifatto con scarso successo da Angelo Pintus), il mitico “Festivalbar” o  “Mai dire Gol”, ma anche oggetti “cult” dimenticati come le cassette della TDK sulle quali registrare compilation (oggi si dice playlist) e concerti, gli zainetti Invicta o i jeans con i “risvoltini”.

Naturalmente anche la musica è stata coinvolta in questa “riscoperta”. Ma che musica ascoltavamo negli anni 90? La classifica dei singoli italiani più venduti del decennio, riserva molte sorprese, per chi c’è e per chi manca (gli 883, per fare solo un esempio).

A cominciare dal primo posto, appannaggio di “Un’estate italiana” (Notti magiche) della coppia Gianna Nannini-Edoardo Bennato, brano (“To Be Number One”) di Giorgio Moroder che fu la sigla dei Mondiali di calcio del 1990 svoltisi in Italia.

I 10 singoli italiani più venduti negli anni ‘90
I 10 singoli italiani più venduti negli anni ‘90

Al secondo posto troviamo “Gli spari sopra” di Vasco Rossi; terzo in classifica “Perchè lo fai” di Marco Masini.

Quarto la coppia Amedeo Minghi e Mietta con “Vattene Amore“; Proseguimo la classifica con “Il mio nome è mai più” del mitico trio Jovanotti, Ligabue e Pelù. Al sesto posto troviamo “Sottoquesto sole” di Francesco Baccini e I Ladri di biciclette.

Settimo classificato Riccardo Cocciante con “Se stiamo insieme“; ottavo “Rapput” di Claudio Bisio e Rocco Tanica; nono Jovanotti con la canzone “Penso positivo“.

Al decimo posto, troviamo la bellissima “Scrivimi” di Nino Buonocore del 1990, rifatta poi in seguito anche da Anna Oxa e Laura Pausini.

E voi di quale canzone avete nostalgia?