Non è la Rai Alessia Gioffi: da lolita a suora.

L’ex di “Non è la Rai” Alessia Gioffi vuole farsi suora

Negli Anni ’90, al culmine del successo di “Non è la Rai”, Alessia Gioffi era indubbiamente una delle protagoniste più amate e ricercate dal pubblico. Capelli biondi ricci, sguardo sensuale e sorriso smagliante, Alessia era una vera e propria lolita della televisione italiana. A distanza di diversi anni, ancora in molti la ricordano e si chiedono: “Che fine ha fatto Alessia Gioffi?”. Ebbene, in una recente intervista a “DiPiù”, l’ex di “Non è la Rai” ha raccontato la sua svolta clamorosa.

Da qualche anno “Terminator” – com’era chiamata ai tempi di “Non è la Rai” – ha abbracciato la fede, dichiarando senza mezzi termini: “Gesù è il mio migliore amico”. Ogni giorno va in Chiesa, fa del volontariato e sogna di diventare suora. Una vera e propria svolta mistica per l’amata cantante e ballerina di “Non è la Rai” Alessia Gioffi, la quale ricorda con piacere gli anni del successo: “Quando mi rivedo mi emoziono, ma non mi ci riconosco più”.

Al settimanale “DiPiù”, l’ex lolita di “Non è la Rai” ha raccontato che in quel periodo amava molto ballare e cantare ed era felicissima di far parte del programma di Gianni Boncompagni che ha lanciato, tra le altre, Ambra Angiolini, Laura Freddi e Claudia Gerini. Tuttavia, a distanza di qualche anno, Alessia Gioffi non si rivede più in quella ragazza esuberante che faceva girare la testa ai maschietti e sognava di diventare una rockstar: ora la sua aspirazione è quella di diventare suora ed essere fedele per sempre a Gesù.

In chiusura dell’intervista, ricorda che non amava le invidie e la rivalità che c’era tra le ragazze di “Non è la Rai”, le quali spesso sgomitavano e si facevano dispetti per accaparrarsi un minimo di visibilità in più. Col tempo, però, Alessia si è resa conto che il mondo dello spettacolo è fatto anche di queste cose, e per questo motivo ha deciso di allontanarsi dalla televisione.