Bim Bum Bam: i segreti del suo successo.

Circa 35 anni fa debuttava il celebre programma Tv per ragazzi.

Sono passati 35 anni da quando, nel 1981, sulle Tv locali del Gruppo Rusconi debuttò un nuovo format televisivo dedicato ai ragazzi: Bim Bum Bam. Partito in sordina, nel 1982 il programma passa alla Fininvest e, dal 1982, va in onda su Italia 1 a partire dalle ore 16:30, e da qui comincia il clamoroso successo del contenitore per giovani di cui oggi tutti sentono la mancanza. Pensare che, molti nostalgici, in questi anni hanno lanciato diverse petizioni affinché venga realizzata una nuovissima versione della trasmissione, ma finora qualsiasi tentativo è andato a vuoto.

Ma come mai Bim Bum Bam è entrato nel cuore di intere generazioni di giovani Anni ’80-’90? Quali sono i segreti del suo successo? Scopriamoli insieme!

La simpatia travolgente di Uan

Il simbolo di Bim Bum Bam è stato indubbiamente lui: il pupazzo Uan! Il cagnolone di peluche di colore rosa, dal monociglione fucsia, doppiato dal compianto Giancarlo Muratori, fin da subito è stato amato dai bambini e ragazzi che seguivano la trasmissione. Furbo ma allo stesso tempo pasticcione, Uan interagiva con Paolo Bonolis, mettendolo spesso nei guai e facendogli perdere le staffe. Il successo del pupazzo è stato così clamoroso da portare alla produzione di diversi prodotti da merchandising, tra i quali anche accessori e zaini scolastici.

L'adorabile pupazzo Uan.
L’adorabile pupazzo Uan.