Svelata anatomia dei Pokemon.

L’illustratore Christopher Stoll ha realizzato immagini anatomiche dei Pokemon.

Ormai pensavamo di sapere tutto di Pikachu e compagni. In realtà, c’è ancora un aspetto che non conosciamo, ovvero l’anatomia dei Pokemon, come sono fatti al loro interno e quali caratteristiche e peculiarità posseggono i loro corpi. Questi ultimi segreti sono stati svelati da Christopher Stoll, un celebre illustratore che ha disegnato, nel dettaglio, muscoli, ossa, cartilagine e parti anatomiche “speciali” degli amati personaggi dei cartoni animati. Scopriamo insieme, dunque, com’è formato il corpo dei Pokemon più importanti.

Pikachu

Piccolo e simile a un roditore. Un Pokemon notevole per le sue capacità elettriche. Pikachu è ricoperto da pelliccia brillante di colore giallo, con sfumature marroni sulla punta delle antenne. La coda viene utilizzata per mantenere l’equilibrio e, quando è dritta, può segnalarne l’umore. È onnivoro, anche se dotato di una bocca piccola e denti smussati. Pikachu, infatti, mangia carne raramente. Può vivere per circa 20 anni e diventare sessualmente maturo dopo due anni. Come tutti i Pokemon, depone le uova ed è in grado di riprodursi per tutto l’anno.

In natura, i Pikachu vivono in comunità formate da un massimo di 30 individui. Preferiscono fuggire quando sono spaventati, ma se minacciato in modo pericoloso, un gruppo di Pikachu può decidere di difendersi fino alla morte. Circa due dozzine di queste creature messe insieme, sono in grado di sprigionare energia elettrica sufficiente per uccidere un Onix.

Anatomia di Pikachu.
Anatomia di Pikachu.