Come sono diventati I Goonies?

A poco più di 30 anni dall’uscita del film, ecco come sono diventati i protagonisti.

Il 7 giugno del 1985 è una data storica per i ragazzi degli Anni ’80 e ’90. Difatti, proprio in questo giorno debutta, in tutti i cinema, “I Goonies”, film diretto da Richard Donner e prodotto da Steven Spielberg, che in poco tempo riscuote un successo planetario, diventando un vero e proprio cult per le generazioni di quegli anni. Il titolo del film è ispirato a Goon Docks, quartiere di Astoria, nell’Oregon, dove vivono i giovani e simpatici “avventurieri”. Inoltre, nell’idioma statunitense, il termine “goony” vuol dire anche “sfigato”.

Chi non ha sognato di poter un giorno ripercorrere le gesta dei ragazzi protagonisti della pellicola, alla ricerca del tesoro del pirata Willy l’Orbo? E chi, dopo essersi inizialmente spaventato, non si è affezionato al mitico Super Slot? A poco più di trent’anni dal lancio de “I Goonies”, vediamo come sono diventati oggi gli attori che hanno incantato i ragazzi della generazione ’80-’90.

Sean Astin-Mikey Walsh: tanti film di successo

Mikey Walsh, ne “I Goonies”, è il simpatico e imbranato fratello minore di Brandon. Colui che lo ha interpretato, Sean Astin (45 anni), non si è dimostrato per niente imbranato, poiché è diventato un attore di fama internazionale. Difatti, Astin ha lavorato in film quali “Il Signore degli Anelli”, “Cambia la tua vita con un click”, “Stay Cool” e, nel tempo, si è cimentato nella regia. Anche nelle vesti di regista, l’ex Mikey Walsh ha conquistato critica e pubblico, ottenendo con “Kangaroo Court” una nomination agli Oscar nel 1995.

Sean Astin ieri e oggi.
Sean Astin ieri e oggi.