Ghost: curiosità sul film di Zucker.

Nel 1990, il film con Demi Moore e Patrick Swayze conquistò tutto il mondo.

Nel luglio del 1990, fu proiettato per la prima volta nelle sale cinematografiche statunitensi Ghost, film diretto Jerry Zucker e interpretato da Patrick Swayze, Demi Moore e Whoopi Goldberg. In autunno, invece, la pellicola sbarcò in Europa, e confermò il grande successo già ottenuto nei cinema statunitensi. La struggente storia di Sam Wheat, impiegato di banca rimasto ucciso durante una rapina, che si rifiuta di approdare in paradiso senza aver nemmeno salutato la fidanzata Molly, conquistò i cuori di tutti gli spettatori del mondo.

Nel film, Sam resta accanto alla sua amata come fantasma, per proteggerla e per scoprire chi è stato l’autore del suo omicidio. Non riuscendo a comunicare con Molly, per sua fortuna s’imbatte nella truffatrice Oda Mae Brown, ignara sensitiva, la quale entra in contatto con il fantasma del protagonista, diventandone il tramite con Molly. La pellicola è passata alla storia per delle scene memorabili, come quella in cui la giovane protagonista realizza un vaso di creta con, alle spalle, il fidanzato, o la scena del bacio tra la donna e Sam, prima che questi voli per sempre in paradiso.

La qualità di Ghost ha consentito al film di aggiudicarsi ben due Premi Oscar e di incassare circa 500 milioni di dollari in tutto il mondo, a fronte di un costo di produzione di 22 milioni di dollari. Ma questa non è l’unica curiosità sul lungometraggio di Zucker: ecco alcuni retroscena molto più interessanti.