Studenti del 2000 più scarsi dei '90.

Una ricerca OCSE parla chiaro: la qualità della scuola Anni ’90 era superiore.

Maggiore preparazione, maggiore prontezza e qualità: così gli studenti Anni ’90 (oggi quarantenni e cinquantenni) battono gli scolari del 2000. Non si tratta di un sondaggio o di un’opinione, ma del risultato di una ricerca effettuata dall’OCSE, mettendo a confronto dati e metodi scolastici del XX e XXI secolo.

Non si tratta di una situazione legata esclusivamente all’Italia, ma riguarda tutta l’Europa esclusa la Polonia dove, invece, il livello qualitativo scolastico in questi anni è notevolmente cresciuto, permettendo ai ragazzi della generazione 2000 di dimostrarsi decisamente più acculturati rispetto ai loro predecessori. Ma come si è arrivati a questa conclusione, e su quali basi l’OCSE ha decretato questa differenza?