Fiorello parla dei suoi Anni '90.

Intervistato da ‘Il Fatto Quotidiano’, lo showman ha parlato anche dei suoi Anni ’90.

Il “Re Mida” dello show e dell’intrattenimento è lui, Rosario Fiorello. In questi mesi sta ottenendo grande successo con “Edicola Fiore” in onda su SkyUno, confermandosi uno dei più grandi talenti dello spettacolo italiano. Fiorello è stato intervistato da “Il Fatto Quotidiano” e, tra le altre cose, ha rivelato di non voler più tornare ad essere conduttore di un varietà, di un “one man show” come quelli che ha presentato magistralmente qualche anno fa in Rai, perché ritiene di aver dato tutto in quel frangente e che un ritorno sarebbe ripetitivo.

Ma quando si parla di Fiorello è inevitabile fare riferimento al Karaoke, il format che negli Anni ’90 lo ha, di fatto, lanciato nel mondo dello spettacolo, anche se quella fama improvvisa e inattesa ha rischiato di rovinarlo come uomo e come professionista, preso da una popolarità sorprendente, circondato da vizi e lusso e da quella dipendenza dalla cocaina dalla quale è riuscito ad uscire e di cui oggi parla con lucidità e razionalità. Ma vediamo cos’ha detto l’artista siciliano degli Anni ’90.

Fiorello parla degli Anni '90.
Fiorello parla degli Anni ’90.