Rocky: cosa fanno oggi i vari protagonisti?

Tanti attori hanno affiancato Stallone nei vari film dedicati a Rocky: ma oggi cosa fanno?

Da poche settimane Rocky ha compiuto i suoi primi quarant’anni: infatti nel novembre del 1976, dopo una realizzazione piuttosto complessa, debuttò sul grande schermo lo “Stallone italiano” interpretato da uno sconosciuto Sylvester Stallone e, tra lo stupore generale, si trattò di un vero e proprio trionfo. Difatti, grazie al successo planetario del film, ne venne prodotto un secondo e, da lì, un’intera saga giunta fino ai giorni nostri con “Creed-Nato per combattere”, in cui un ormai maturo Rocky allena il figlio del suo grande nemico-amico Apollo Creed.

Naturalmente, quando si parla di Rocky è inevitabile pensare alla star assoluta dei vari capitoli: Sylvester Stallone. Ma oltre all’attore e regista statunitense, nel corso dei film si sono alternati diversi interpreti (e registi) che hanno contribuito al successo delle numerose pellicole e, allo stesso tempo, hanno goduto di enorme popolarità grazie alla vasta distribuzione dei film. Ma cosa è accaduto ai vari attori dopo aver lasciato Rocky? Lo “Stallone italiano” ha portato fortuna o sfortuna alle rispettive carriere? Scopriamolo insieme.

Sylvester Stallone

Naturalmente partiamo proprio da lui, la star assoluta e indiscutibile di Rocky: Sylvester Stallone. Poco più che uno sconosciuto nel 1976, quando uscì il film dedicato al pugile italo-americano, Stallone deve gran parte (se non tutto) del suo successo a questo personaggio e anche all’altra saga cinematografica di Rambo, che ha esordito nel 1982.

Tra un incontro e l’altro, l’attore statunitense non è stato certamente protagonista di film indimenticabili. Se si esclude “Cop Land”, molto amato dalla critica ma all’epoca poco apprezzato dal pubblico, gli altri titoli ai quali ha preso parte Sylvester Stallone non sono di certo entrati nella storia del cinema. Tra questi menzioniamo “Dredd-La legge sono io”, oppure “Fermati, o mamma spara” film rinnegato dall’interprete stesso. Come regista si è cimentato in “Staying Alive”, sequel de “La febbre del sabato sera”, che si è rivelato un completo flop. Dopo il pessimo Rocky V, nel 2006 si è ripreso grazie a Rocky Balboa, mentre nel 2016 ha sfiorato l’Oscar come Miglior attore non protagonista per “Creed”.

Sylvester Stallone in Creed.
Sylvester Stallone in Creed.