Obbligo o Verità: il gioco diventa app.

Conosciuto anche come “gioco della bottiglia”, ora è disponibile su iPhone.

Chi non ricorda Obbligo o Verità? È un gioco piuttosto datato che, soprattutto negli Anni ’90, è stato molto gettonato tra i ragazzi. Spesso ci si divertiva in comitiva durante le vacanze estive o nel corso di feste, quando si era tutti un po’ più “allegri” e meglio disposti a sottoporsi a pegni imbarazzanti o a raccontare verità “scomode” sul proprio conto. Ma come tutte le cose, anche Obbligo o Verità aveva un rovescio della medaglia: durante questo coinvolgente gioco, infatti, potevano venire alla luce “peccatucci” o segreti che rischiavano di mandare in crisi coppie di fidanzati o amici di lungo corso.

È passato alla storia anche come “gioco della bottiglia”: difatti, nella versione più comune, dopo che i partecipanti si erano disposti a cerchio, si faceva girare una bottiglia vuota posta al centro, per decretare chi avrebbe dovuto sottostare all’Obbligo o Verità. Ogni concorrente, dopo aver dichiarato la sua scelta relativa alle due opzioni, veniva chiamato a sottostare ad un pegno, oppure a rispondere (dicendo la verità, naturalmente), ad un quesito che spesso risultava piuttosto scomodo. A parte qualche discussione o chiarimento tra fidanzati o amici, bisogna dire che questo gioco era tra i preferiti in assoluto dei giovani negli Anni ’90, salvo poi sparire con l’avvento del XXI secolo e con l’invasione di smartphone, social network e app. A proposito di applicazioni: proprio grazie al mondo della tecnologia, da oggi sarà possibile tornare a provare le emozioni che ci ha regalato Obbligo o Verità.

Obbligo o Verità: gioco cult degli Anni '90.
Obbligo o Verità: gioco cult degli Anni ’90.