A stagione conclusa, il mondo dei fan si schiera in due fazioni opposte.

Subito in apertura di puntata, piovono le critiche per la opening: Moon Pride, cantata nella versione originale dalle Momoiro Clover Z, è stata tradotta letteralmente in italiano, mantenendo persino il ritmo con cui vengono scandite le sillabe delle parole, cosa che porta a non capire nulla del testo, almeno al primo ascolto. Certo, rispetto alle sigle storiche di Cristina D’Avena, Orgoglio Lunare si perde nel minestrone di sigle majokko degli ultimi anni (e infatti una delle interpreti italiane, Noemi Smorra, ha prestato la sua voce per Fresh Pretty Cure! e HeartCatch Pretty Cure!), ma abbiamo passato decenni a lamentarci dello stravolgimento delle sigle adattate, sbandierando la superiorità delle opening giapponesi, e poi non riusciamo ad apprezzare neanche quei piccoli, minuscoli passi in avanti che il panorama dell’intrattenimento italiano riesce ad offrire di tanto in tanto.

Sailor-Moon-Crystal