Autobianchi Y10: mitica utilitaria Anni '80-'90.

Molto curata nel design, e con una novità nel motore, Y10 conquistò gli italiani.

Era il 1985 quando, al Salone di Ginevra, venne presentata una nuova auto, destinata in pochi anni a cambiare il settore delle utilitarie. Autobianchi Y10, infatti, riuscì a catturare fin da subito le attenzioni del pubblico e degli addetti ai lavori e la vettura che “piace alla gente che piace” (come recitava uno dei primissimi spot) entrò nella storia, ed oggi è una delle macchine Anni ’80-’90 vintage più amate di sempre.

Autobianchi Y10 fu introdotta sul mercato con il compito di raccogliere un’eredità importante, quella della mitica A112, durata ben 15 anni, che a sua volta era subentrata alla notissima Bianchina, diventata famosa anche grazie alla saga cinematografica di Fantozzi. Per continuare su questo filone di successo, era necessario presentare un’utilitaria che, però, allo stesso tempo risultasse innovativa e accattivante agli occhi dei clienti. E proprio per questo motivo, se da un lato la Y10 era una vettura compatta e facile da guidare con le sue dimensioni decisamente contenute (3,39 metri di lunghezza e 1,51 metri di larghezza); dall’altro presentò un design molto curato nei minimi dettagli che fece subito colpo tra le donne.

Autobianchi Y10 lanciata nel 1985.
Autobianchi Y10 lanciata nel 1985.