I 30 anni di RoboCop: film cult di Paul Verhoeven.

Compie trent’anni RoboCop, film cult di Paul Verhoeven: ecco alcune curiosità.

Era il 17 luglio del 1987 quando nelle sale cinematografiche degli Stati Uniti arrivò un nuovo, eroico personaggio, destinato a lasciare un segno nella storia dei film d’azione-fantascienza. “RoboCop”, il primo poliziotto-cyborg del grande schermo, diretto da Paul Verhoeven, venne accolto positivamente sia dalla critica che dal pubblico, e nel 1988 si aggiudicò anche un Premio Oscar per il Miglior montaggio sonoro.

Un action-movie indubbiamente appassionante, grazie anche ad un taglio satirico e ad uno sferzante cinismo che ne hanno caratterizzato la sceneggiatura e la trama, contribuendo a far diventare questa pellicola un vero e proprio cult del cinema Anni ’80. Negli anni successivi, il lungometraggio ha avuto anche altri due seguiti, “RoboCop 2” e “RoboCop 3” che, però, non sono riusciti a rinverdire i fasti del primo capitolo ormai trentennale. Non bisogna dimenticare, inoltre, che nel 2014 è arrivato un reboot e che “RoboCop” è diventato anche un marchio di franchising, con la realizzazione di videogiochi, fumetti e serie televisive dedicati al personaggio interpretato da Peter Weller.

Prima di celebrare il 30° anniversario del mitico e amato film di Paul Verhoeven, con alcune curiosità sul cast e sulla produzione, ripercorriamo per grandi linee la trama di “RoboCop”.

RoboCop compie 30 anni.
RoboCop compie 30 anni.