Vinili: i 10 dischi più ambiti dai collezionisti.

Se avete conservato dei vecchi vinili, o se siete dei collezionisti, ecco quali sono gli album più ricercati.

Dire disco in vinile, oggi, potrebbe sembrare quasi assurdo o folle. In realtà, nell’epoca del digitale, dei download, di iTunes e Spotify e dei servizi in streaming, gli amati vinili di qualche anno fa sembrano essere tornati di moda. Negli ultimi tempi, infatti, numerose band e cantanti di successo stanno rilasciando degli album proprio nell’amata versione vintage, e pare che non si tratti solo di semplici operazioni “nostalgiche”, ma di vere e proprie strategie di marketing.

I vinili stanno conquistando nuovamente importanti fette del mercato della musica, e per questo motivo sono diverse le etichette discografiche che li stanno rilanciando. Del resto, gli appassionati di musica sanno bene che i mitici dischi, rispetto ai CD e agli Mp3, consentono una qualità di ascolto nettamente superiore e più dettagliata, e forse è proprio per tale ragione che il loro mercato, di recente, sta facendo segnare una netta crescita, coinvolgendo non solo i nostalgici e “puristi” dell’ascolto, ma anche le nuove generazioni.

Nel frattempo, il settore del collezionismo vintage è sempre più appassionato ad album d’annata lanciati e portati al successo da autentici miti del panorama musicale internazionale quali David Bowie, Bruce Springsteen e i Beatles. A questo punto, non ci resta che vedere quali sono 10 vinili più preziosi sul mercato mondiale, prima di controllare se nelle nostre collezioni abbiamo conservato uno di questi autentici tesoretti.

Bob Dylan – The Freewheelin (1963)

Partiamo subito con il secondo album pubblicato dal grande Bob Dylan. Il disco venne cambiato e aggiornato a pochi giorni dal lancio ufficiale. Al suo interno si trovavano quattro canzoni che, nelle ristampe successive, furono di fatto soppresse e sostituite da altri capolavori dell’artista statunitense. Tra queste c’era “Talkin’ John Birch Paraonid Blues”, che fu subito attaccata e aspramente criticata per il suo contenuto ritenuto offensivo nei confronti dell’associazione conservatrice John Birch Society.

Furono almeno cento le copie dei vinili ritirate dal mercato, prima della pubblicazione della versione ufficiale di “The Freewheelin”, ma alcune di esse negli anni hanno comunque continuato a circolare, “nascoste” in una cover contenente una scaletta modificata. Il valore di ogni disco ancora disponibile si aggira intorno ai 35.000 dollari.

The Freewheelin - Bob Dylan.
The Freewheelin – Bob Dylan.