Lucy Lawless e l'episodio di razzismo a Lucca.

Proprio come il personaggio interpretato nella Serie Tv, l’attrice difende un ragazzo da insulti di stampo razzista.

Ha vissuto un’avventura degna della sua “Xena-Principessa Guerriera”, schierandosi al fianco di un ragazzo umiliato e pesantemente offeso. Lucy Lawless, diventata nota al grande pubblico proprio per la Serie Tv Anni ’90, spin-off di “Hercules”, in cui il suo personaggio era comparso in alcuni episodi conquistando fin da subito il pubblico, è intervenuta in prima persona, con coraggio e decisione, per tutelare un giovane finito vittima di insulti di stampo razzista e discriminatorio.

Stavolta non siamo di fronte ad una finzione scenica o ad una delle tante avvincenti puntate di “Xena-Principessa Guerriera”, ma si tratta di una vicenda realmente accaduta, che l’artista neozelandese ha raccontato sul suo account ufficiale di Facebook, denunciando il grave fatto che si è consumato dinanzi ai suoi occhi. Lucy Lawless, in questi giorni, si sta godendo una vacanza in Italia: il 3 luglio stava passeggiando per le strade di Lucca quando, suo malgrado, ha dovuto assistere ad una scena davvero deplorevole.

Un ragazzo di colore è passato in bici lungo la strada, quando alcuni giovani che si trovavano poco distanti dall’attrice hanno cominciato a schernirlo e a ricoprirlo d’insulti. In particolare, il gruppetto ha inveito contro l’immigrato, offendendolo per il colore scuro della sua pelle e paragonandolo ad una scimmia, accompagnando le gravi affermazioni con risate e sberleffi più o meno fragorosi. L’interprete neozelandese, trovandosi a pochi passi dalla comitiva di italiani, indossando i panni metaforici della sua storica giustiziera Xena, è intervenuta con decisione per difendere il ragazzo offeso e per replicare al comportamento razzista tenuto da quei giovani senza alcun ritegno.

Lucy Lawless denuncia episodio di razzismo in Italia.
Lucy Lawless denuncia episodio di razzismo in Italia.