Aristoteles: dal personaggio del film al vero calciatore.

Giocherà nel Crotone il calciatore omonimo del personaggio de “L’allenatore nel pallone”.

Dici Aristoteles e non puoi non pensare al grande protagonista de “L’Allenatore del pallone” che, nel film-cult del 1984, fa le fortune di Lino Banfi-Oronzo Canà. Come tutti ricorderete, nella celebre pellicola diretta da Sergio Martino, questi è una simpatica parodia del grande asso brasiliano Socrates, e il personaggio è stato interpretato dall’attore Urs Althaus. Attraverso una serie di operazioni “truffaldine” portate avanti dall’osservatore Andrea Bergonzoni (Andrea Roncato) e dal procuratore Giginho (Gigi Sammarchi), sbarca in Italia proprio lui, Aristoteles, presentato come un grande asso brasiliano quando, in realtà, il giovane attaccante era stato prelevato da un campetto di periferia del quartiere Maracanà.

Accortosi della truffa, Oronzo Canà va su tutte le furie, ma decide comunque di affidare le sorti della sua Longobarda allo sconosciuto centravanti verdeoro. Proprio nel finale del film, Aristoteles si rende protagonista di un grande match che consente alla sua squadra di raggiungere una miracolosa salvezza, sancendo il trionfo di Canà e la sconfitta del presidente Borlotti, il quale puntava ad una immediata retrocessione del suo club, perché per niente propenso a sostenere gli elevati costi di gestione di una squadra di Serie A.

A distanza di 33 anni dall’uscita de “L’Allenatore nel pallone” la storia si ripete, ma questa volta non stiamo parlando di un film o di una finzione cinematografica, ma della realtà. Aristoteles, infatti, esiste davvero ed è arrivato in Italia, e sarà tra i protagonisti della Serie A 2017-2018 con la maglia del Crotone.

Aristoteles Romero, il nuovo acquisto del Crotone.
Aristoteles Romero, il nuovo acquisto del Crotone.