Che fine ha fatto la Signora Coriandoli?

In una recente intervista, il comico ha spiegato perché il mondo della Tv lo ha messo da parte.

È stato uno dei grandi mattatori della comicità Anni ’80-’90, portando sullo schermo personaggi esilaranti e molto eccentrici, e salendo alla ribalta soprattutto con la sua divertentissima Signora Coriandoli. Maurizio Ferrini, lanciato da Renzo Arbore a “Quelli della Notte”, da qualche anno ormai non è più un protagonista della televisione italiana, e gran parte del pubblico che l’ha ammirato e seguito durante il suo periodo d’oro si è chiesto come mai avesse lasciato lo showbiz. In realtà l’artista romagnolo non si è allontanato volontariamente dalle luci dei riflettori, ma è stato messo da parte e costretto, per un lungo periodo di tempo, anche a grosse ristrettezze economiche.

Di recente, Maurizio Ferrini è tornato dinanzi alle telecamere, ospite della trasmissione “Il Sabato Italiano” condotta da Eleonora Daniele. Qui ha parlato proprio dei motivi che sono alla base del suo allontanamento dalla televisione, svelando anche dei particolari piuttosto clamorosi. L’amata Signora Coriandoli degli Anni ’80-’90, infatti, ha lasciato intendere che, nel periodo di massima popolarità, ha rifiutato di scendere a compromessi, dicendo anche dei “no” pesanti a quelle che ha definito “persone importanti”. E così, di punto in bianco, la carriera dell’artista cesenate è stata stroncata, con il piccolo e il grande schermo che si sono letteralmente dimenticati di lui, costringendolo anche ad affrontare momenti di gravi ristrettezze economiche: “Ho anche sofferto la fame”, ha rivelato il comico.

Dopo aver denunciato lo stato di abbandono nel quale l’ha lasciato il mondo dello spettacolo a cui ha dato tanto nel corso degli anni, la mitica Signora Coriandoli ha anche svelato di aver trovato conforto e rifugio nella religione. Difatti, dopo essersi avvicinato a vari Credo religiosi, Maurizio Ferrini è tornato al Cattolicesimo, ovvero a “Dio e Gesù, che sono la stessa cosa e mi hanno molto aiutato”. Nella fase più delicata della sua vita, l’artista ha ricevuto il sostegno di “poche persone” che gli sono state affianco e gli hanno dato la possibilità di andare avanti e di sentirsi meno solo. Indubbiamente, lo sfogo dell’ex comico di “Domenica In” fa riflettere su quelle che sono le spietate leggi del mondo televisivo e cinematografico che non perdona chi pone la propria arte, onestà e personalità dinanzi a tutto, e non accetta di stringere facili e convenienti accordi.

Maurizio Ferrini: che fine ha fatto il comico romagnolo?
Maurizio Ferrini: che fine ha fatto il comico romagnolo?