East 17: in manette ex cantante Brian Harvey.

Il cantante britannico è finito in manette per calunnie perpetrate tramite Twitter.

Si torna a parlare degli East 17, la celebre boy band degli Anni ’90 che ha conquistato copiosi fan in tutto il mondo, riuscendo a vendere anche milioni di dischi. Purtroppo, però, non si tratta di una reunion né dell’annuncio di un nuovo disco, ma di una vicenda tutt’altro che lieta. Brian Harvey, il discusso e storico leader del gruppo inglese, di recente è stato arrestato dalla polizia londinese. Stando a quanto riportato dalle testate giornalistiche del Regno Unito, l’artista 43enne si sarebbe macchiato del reato di calunnie, con una serie di affermazioni partite dal suo profilo Twitter. La comunicazione è giunta direttamente da un portavoce della Metropolitan Police di Londra che ha ribadito come, al momento, l’ex divo degli East 17 sia ancora in stato di fermo e a disposizione degli inquirenti.

C’è da dire che la vita e la carriera di Brian Harvey sono state costellate di eccessi e di vicende piuttosto discutibili. Il suo approdo nella boy band degli East 17 avvenne quasi per caso, infatti all’inizio venne selezionato come ballerino e cantante di supporto durante le registrazioni del gruppo. Tuttavia, quando i produttori ascoltarono la sua voce, si resero conto di trovarsi di fronte ad un vero e proprio talento, decidendo così di inserirlo a pieno diritto nella boy band degli Anni ’90. Proprio grazie al suo stile e carisma, il cantante divenne ben presto il frontman degli East 17, accanto ad un’altra delle colonne portanti del gruppo, Tony Mortimer, anche se i rapporti tra i due fin da subito non furono idilliaci.

Infatti, nonostante il successo internazionale degli East 17 che divennero i maggiori rivali del Take That, Harvey e Mortimer furono protagonisti di diverse discussioni e litigi, incentrate sia sullo stile da seguire nell’interpretare i brani, sia sull’atteggiamento da tenere con il pubblico e i fan. Nel 1997, in seguito ad una serie di dichiarazioni scioccanti e tendenzialmente favorevoli al ricorso alle sostanze stupefacenti e all’ecstasy, il frontman fu licenziato dalla band, mentre la bufera mediatica coinvolse anche il mondo politico, con la questione che approdò anche nel Parlamento britannico. Qualche mese dopo anche Tony Mortimer lasciò la boy band e, in seguito alla sua assenza, Brian Harvey vi rientrò come unico cantante.

Brian Harvey arrestato a Londra.
Brian Harvey arrestato a Londra.