Aladdin: ecco cosa c'è da sapere sul 31° Classico Disney.

Ecco cosa c’è da sapere su Aladdin, venticinquennale Classico Disney.

Era il novembre del 1992 quando, dapprima negli Stati Uniti e poi nel resto del mondo, Disney lanciò il suo 31° Classico, inserito nella cosiddetta “era del Rinascimento” della multinazionale americana. Stiamo parlando di “Aladdin”, celebre adattamento della novella persiana “Aladino e la lampada meravigliosa” che ha contribuito a far conoscere ai bimbi di tutto il mondo le vicende del giovane protagonista e del leggendario Genio della Lampada. Il film d’animazione, diretto da Ron Clements e John Musker fu un vero e proprio successo internazionale, sbancando dapprima il botteghino negli States con un incasso che superò i 200 milioni di dollari, e ottenendo circa 500 milioni nel mondo, a fronte di un budget di 28 milioni di euro.

Proprio in queste settimane si sta celebrando il 25° anniversario dall’esordio ufficiale di “Aladdin” che nel 2019 tornerà ad essere protagonista del mondo del cinema con una nuova versione live-action diretta da Guy Ritchie. Anche se è ben nota a tutti, ripercorriamo brevemente la storia che ha come protagonista centrale Aladdin, un giovane ladruncolo affiancato dall’immancabile amica-scimmietta Abu. Un giorno il ragazzo si imbatte per caso nella leggendaria Caverna delle Meraviglie, dove scorge una misteriosa lampada magica che, dopo essere stata opportunamente sfregata, libera un Genio che dà la possibilità al “proprietario” di turno di veder esauditi tre desideri. Nel corso della favola, il protagonista si imbatte e si innamora della principessa Jasmine, una ragazza molto romantica, ma allo stesso tempo piuttosto decisa nel combattere per ottenere la propria indipendenza e libertà personale. Il grande antagonista dell’amata coppia è il perfido Jafar.

In questi giorni, in occasione del venticinquennale dal debutto di “Aladdin” targato Disney, molti addetti ai lavori del film d’animazione del 1992, ma anche artisti che saranno tra i protagonisti del live-action, stanno pubblicando sui social network immagini e post per festeggiare al meglio questo speciale compleanno. Tra costoro c’è Scott Weinger, il doppiatore del protagonista della storia che su Instagram ha postato uno scatto risalente agli Anni ’90 che lo ritrae accanto a Linda Larkin, a sua volta voce ufficiale di Jasmine. Quest’ultima ha replicato all’affettuosa dedica del collega con un tenero “Ti voglio tanto bene”.

Tra i ricordi più emozionanti c’è stato certamente quello di Zelda, la figlia del compianto Robin Williams che ha prestato la voce proprio al Genio del 31° Classico Disney. La giovane ha voluto sia omaggiare il film d’animazione che l’illustre genitore, ricordando come il personaggio doppiato dal padre abbia già compiuto 25 anni, aggiungendo: “Il mio fratellino compie oggi 26 anni. La vita ti avvisa di continuo che il tempo passa velocemente”.

Naturalmente non potevano mancare gli auguri ad “Aladdin” da parte di coloro che fanno parte del cast del prossimo lungometraggio ispirato alla favola orientale. Mena Massoud (che vestirà i panni del protagonista) ha sottolineato il suo piacevole stupore nel rendersi conto che quando la pellicola animata usciva in tutto il mondo aveva appena un anno, e che prossimamente proprio lui sarà chiamato a ricoprire il ruolo del giovane ladro che trova la lampada magica.

Per ricordare ed omaggiare al meglio i 25 anni di “Aladdin” in versione disneyana, vediamo quali sono le principali curiosità che ruotano intorno al 31° Classico del 1992.

Aladdin: curiosità sul 31° Classico Disney.
Aladdin: curiosità sul 31° Classico Disney.