Streets of Rage: dalle console Anni '90 agli smartphone.

Dalle console SEGA agli smartphone: il ritorno di Streets of Rage.

Nel 1991 SEGA lanciò dapprima per Mega Drive, poi anche per Master System e Game Gear, un nuovo videogioco dal titolo “Streets of Rage”, destinato a fare la storia. Il videogame, infatti, fin da subito riuscì a catalizzare su di sé le attenzioni del pubblico che ne decretò il successo, spingendo l’azienda giapponese a produrne altri due capitoli, “Streets of Rage 2” e “Streets of Rage 3”. Gli appassionati del genere picchiaduro l’hanno eletto come uno dei migliori videogame di sempre, insieme ad altre leggende quali “Final Fight” e “Double Dragon”. Ad ormai 27 anni di distanza dal debutto sul mercato, il titolo della multinazionale nipponica è tornato alla ribalta, diventando una app per smartphone Android e iOS. L’operazione fa parte dell’ampio progetto “SEGA Forever”, introdotto dalla società di Tokyo da alcuni mesi, allo scopo di recuperare e rilanciare non solo le sue storiche console, ma anche i miti dei giochi del passato.

Ricordiamo che la storia prende le mosse da una città piuttosto tranquilla e pacifica che, improvvisamente, viene sconvolta dall’approdo di una pericolosa organizzazione criminale che ha l’obiettivo di ottenere il controllo dell’intero tessuto urbano, corrompendo le istituzioni politiche e la polizia. E così, mentre la violenza dilaga per le strade, tre eroici ex-poliziotti esperti di arti marziali decidono di combattere da soli la potente associazione criminale, sventandone i piani una volta per tutte. Prima di lanciarsi a caccia del boss Mister X e dei suoi scagnozzi, il giocatore deve scegliere uno fra i tre protagonisti: Axel Stone, grande appassionato di videogame, Adam Hunter, amante dei bonsai e Blaze Fielding, una ragazza esperta di judo che adora la lambada.

Comincia così l’avventura di “Streets of Rage” fra 8 livelli, durante i quali bisogna combattere ed eliminare pericolosi criminali, ricorrendo spesso e volentieri ad armi di fortuna quali cocci di bottiglie, spranghe o pugnali, senza dimenticare di recuperare le proprie energie nutrendosi con il cibo che si trova lungo il percorso. Naturalmente, trattandosi di un tipico “picchiaduro a scorrimento”, ci si può muovere esclusivamente da sinistra verso destra. Ma come sarà cambiato l’iconico videogame Anni ’90 nel passaggio dalle console agli smartphone? Scopriamolo insieme.

Streets of Rage: il ritorno del picchiaduro Anni '90.
Streets of Rage: il ritorno del picchiaduro Anni ’90.