Musicassette: il 2017 è stato un anno d'oro.

Risultato davvero notevole per le audiocassette nel 2017.

Sono state fedeli compagne di tanti giovani negli Anni ’80-’90, rilasciando la musica dei propri artisti preferiti: chi non ha ascoltato almeno una volta nella sua giovinezza una musicassetta contenente i brani di storiche boyband come i Take That o i Backstreet Boys, oppure delle amatissime Spice Girls? Ebbene, anche se appartengono ai lontani ricordi di tanti nostalgici, in realtà le cassette non sono mai scomparse realmente, nonostante l’avvento, negli anni, prima dei CD e poi della ben più moderna tecnologia che ad oggi ci permette di ascoltare o scaricare velocemente brani grazie ad internet. E non stiamo parlando solo di collezionismo e di coloro che hanno conservato gelosamente i supporti fisici del passato, poiché da un recente rapporto sulle vendite musicali del 2017 (dunque non stiamo parlando di Anni ’80-’90) è emerso un dato davvero entusiasmante sulle musicassette.

Come di consueto, anche per l’anno appena conclusosi la Nielsen Media Research ha pubblicato il suo rapporto “Music Year-End Report”, nel quale ha snocciolato tutti i dati inerenti le abitudini dei consumatori abituali di musica e l’utilizzo dei vari supporti per ascoltarla. E se da un lato è stato confermato il primato del digitale e dei servizi streaming, dall’altro è stata evidenziata la netta crescita del mercato delle musicassette che continua a segnalarsi in costante rialzo. Probabilmente, secondo gli esperti del settore, nel 2017 si è avuta quest’ulteriore riscoperta delle cassette grazie alla grande ondata nostalgica che negli ultimi mesi ha travolto vari settori, compreso quello delle Serie Tv e del cinema che avrebbero stuzzicato anche le giovani generazioni all’acquisto del supporto fisico su nastro per ascoltare le loro colonne preferite, assecondando così l’inatteso dato comunicato dalla Nielsen che fa il paio con quello del 2012, l’ultimo anno in cui le audiocassette erano riuscite ad imporsi in termini di vendite.

Innanzitutto, stando a quanto emerso dal “Music Year-End Report”, in generale i consumatori stanno abbandonando i supporti fisici per prediligere sempre di più soprattutto lo streaming online. Tuttavia ci sono alcuni formati che continuano ad avere un buon appeal sul pubblico, e tra questi figurano proprio le storiche cassette. Nielsen Media Research ha ricordato che già nel 2016 i nastri erano tornati alla ribalta con un incremento di vendite del 74% e circa 130mila pezzi acquistati dalla clientela mondiale, ma nell’anno appena conclusosi sono riuscite a fare ancora meglio, giungendo ad un ulteriore aumento del 35% e a circa 175mila prodotti venduti. Si tratta di un dato piuttosto significativo perché richiama quello di circa 6 anni fa, quando per l’ultima volta si erano raggiunte cifre cospicue. Ma come mai c’è stato questo nuovo boom delle musicassette in pieno XXI secolo?

Musicassette vendite in ascesa nel 2017.
Musicassette vendite in ascesa nel 2017.