I motivi della seconda giovinezza delle musicassette

Gli analisti di Nielsen Media Research, soffermandosi sui dati raccolti nel 2017, ritengono che il recupero delle audiocassette derivi dalle numerose “operazioni nostalgia” intraprese di recente anche dal mondo delle serie televisive e dell’industria cinematografica. Titoli di grande successo come “Stranger Things” e “I Guardiani della Galassia”, infatti, avrebbero invogliato i fan a riscoprire il gusto di ascoltare le colonne sonore ricorrendo ai supporti fisici che spadroneggiavano negli Anni ’80-’90.

Anche “Billboard” conferma quest’aspetto, sottolineando come, in questi mesi, la colonna sonora de “I Guardiani della Galassia” su cassette abbia ottenuto il primo posto in graduatoria, seguita proprio da quella di “Stranger Things”: il merchandising legato a queste due produzioni, infatti, ha immesso sul mercato dei supporti fisici contenenti le musiche originali sia del film che della Serie Tv. Ma non sono stati soltanto questi due titoli ad aver sancito il grande ritorno delle audiocassette, dato che negli ultimi tempi sono stati diversi gli artisti del panorama musicale internazionale, le cui note sono tornate risuonare tramite gli storici nastri del passato.

Tra i cantanti che hanno venduto di più con le loro musicassette, spiccano “The Eminem Show” dell’omonimo rapper del 2002, lo storico e indimenticabile “Nevermind” dei Nirvana del 1991 e, subito dietro, “Yeezus” di Kanye West datato 2013. Naturalmente non possiamo certamente parlare di un primato assoluto di questi supporti fisici rispetto a quelli digitali che ormai appaiono irraggiungibili, ma ormai è un dato di fatto che, dopo la rinascita dei vinili (14,3 milioni di vendite nel 2017), anche le audiocassette ormai siano tornate a pieno titolo ad essere protagoniste della musica internazionale.

I Guardiani della Galassia: colonna sonora più venduta.
I Guardiani della Galassia: colonna sonora più venduta.