Sara Falzone: com'è oggi la bambina della pubblicità Barilla 1987?

Negli Anni ’80 ha fatto commuovere tutti con un memorabile spot: ecco com’è cambiata Sara Falzone.

Gli Anni ’80 ci hanno lasciato, tra i nostri ricordi, anche dei memorabili spot pubblicitari, capaci anche di emozionare e di toccare i cuori dei telespettatori. Tra questi c’è indubbiamente una pubblicità della Barilla che, ormai più di trent’anni fa, aveva come protagonista una dolce bambina dall’impermeabile giallo che si rendeva protagonista di un gesto davvero commovente, salvando dalla strada un piccolo e indifeso gattino. Sicuramente questo spot rientra nel novero delle campagne pubblicitarie più riuscite degli Anni ’80 che ancora oggi, chi ha vissuto quel periodo, riporta alla memoria con un certo piacere e non senza un pizzico di malinconia.

La pubblicità mostrava una bimba che, uscita di scuola avvolta in un impermeabile giallo per ripararsi da un acquazzone, per sua sfortuna perdeva il pullmino che che avrebbe dovuto riportarla a casa. E così era costretta a rientrare a piedi sotto la pioggia battente, ma invece di correre in tutta fretta verso la sua dimora, si accorgeva di un gattino abbandonato sul ciglio della strada e si fermava accanto a lui: tra i due scoppiava immediatamente un bel feeling, con la piccola che decideva di prenderlo tra le sue braccia e di portarlo con sé all’asciutto, mentre la madre attendeva il rientro della figlia guardando l’orologio e preparando un piatto di pasta.

Era il 1987, e da allora questo spot Barilla è entrato a far parte delle pubblicità più emozionanti di sempre, ben diverse da quelle che oggi, spesso, puntano sulla velocità del messaggio da veicolare, senza soffermarsi troppo sui sentimenti o sui valori. Probabilmente è cambiata anche la società che ora va molto più di fretta e che tende all’immediatezza delle cose, scaturita anche dall’avvento delle informazioni provenienti da internet e dal costante ricorso agli smartphone. Ma tornando indietro di poco più di trent’anni, come sarà cambiata in tutto questo tempo Sara Falzone, la bambina della pubblicità dell’azienda italiana?