Cioè: il giornalino più amato dalle ragazze Anni '80-'90.

Dai poster alle rubriche: ecco cosa accadeva nella redazione di Cioè.

È stata la rivista per eccellenza di tutte le ragazze degli Anni ’80-’90, che non potevano fare a meno di correre in edicola per acquistare l’ultimo numero, scoprendone i nuovi poster, adesivi, gadget e quant’altro, e sentirsi sempre alla moda. Stiamo parlando, ovviamente, di Cioè, giornalino-icona delle adolescenti del passato che ha segnato un’epoca, ottenendo numeri ragguardevoli per quanto concerne le vendite proprio durante il periodo ’80-’90, prima di cedere il passo allo strapotere dei social network e delle chat. Ma cosa si nascondeva dietro lo storico successo del magazine, e come nascevano le idee editoriali che puntualmente attiravano le attenzioni di tantissime ragazzine? Il magazine “Marie Claire” ha intervistato alcune delle storiche componenti del leggendario Cioè.

Elisabetta Tonelli, ex redattrice della rivista Anni ’80-’90, ha definito il suo lavoro di quel periodo come una “missione”. Tutti ricordiamo come ogni numero del giornalino proponesse puntualmente delle novità, tra interviste a star più o meno già affermate, passando per le copertine-adesivo con le immagini dei miti di quei tempi da staccare e incollare sul diario, oppure i vari gadget come rossetti e profumini, senza dimenticare gli immancabili poster dei divi di quegli anni con i quali tante giovani hanno tappezzato le rispettive camerette. Dopo il debutto in edicola nel 1980 (il nome “Cioè” fu ispirato ad uno degli intercalari più usati dai giovani in quel periodo), il progetto editoriale dedicato alle adolescenti italiane raggiunse cifre ragguardevoli, con circa 800mila copie vendute ogni settimana, e più di 3 milioni mensili. Elisabetta Tonelli, nel ricordare il suo gruppo di lavoro, lo ha definito un team “davvero super”.

L’ex redattrice, che vanta ben 22 anni di esperienza in Cioè, ha descritto se stessa e le colleghe come un gruppo di professioniste sempre piene di entusiasmo, di idee e curiosità. Quasi sempre ogni numero nasceva da un costante confronto che consentiva di portare in edicola, ogni settimana, dei numeri sempre nuovi e originali, facendo sì che il magazine diventasse un appuntamento irrinunciabile per le giovani degli Anni ’80-’90, raggiungendo l’obiettivo primario di essere “la rivista amica del cuore delle ragazze”.

Cioè: il magazine per eccellenza degli Anni '80-'90.
Cioè: il magazine per eccellenza degli Anni ’80-’90.