Jolt Cola: il primo energy drink targato Anni '80.

Negli Stati Uniti, proprio in questi mesi, la Jolt Cola sta tornando alla ribalta.

“Tutto lo zucchero e il doppio della caffeina”. Così nel 1985 fu presentata al mondo la nuova bibita che, realizzata e ideata dalla Jolt Cola Company (poi divenuta Wet Planet Beverages), lanciò la sua sfida ai grandi colossi come la Coca Cola. Si chiamava Jolt Cola (prima di assumere il nome completo di Jolt Power Cola) e venne introdotta sul mercato come una sorta di “bevanda energetica”, in grado di contrastare anche il dominio internazionale dell’ormai diffusissima Coca Cola. Oggi la potremmo considerare una sorta di antenata degli attuali energy drink, infatti anche questo prodotto finì nel mirino delle critiche perché, un suo utilizzo prolungato, avrebbe potuto comportare degli spiacevoli effetti sulla salute dei consumatori. Ma perché questa bibita gassata Anni ’80 era così “speciale?”.

L’idea del suo creatore ufficiale, C.J. Rapp, fu quella di introdurre una bevanda che potesse “superare” non solo in termini di vendite, ma anche in ingredienti la Coca Cola. Infatti la Jolt Cola fin da subito puntò sulla sua “originalità” rispetto ad altri prodotti concorrenti, poiché tra le sue componenti aveva ben il doppio della caffeina, consentendo così a studenti e lavoratori stressati di “ricaricare le batterie” nelle loro lunghe e impegnative giornate. In effetti (anche se non riuscì a battere l’ormai storica Coca Cola), la bibita statunitense soprattutto nei suoi primi anni di produzione riscosse un buon successo, soprattutto in patria, anche perché negli Anni ’80 vi fu un vero e proprio “boom” dei drink alla caffeina, prima che emergessero le dovute avvertenze, da parte degli organi preposti, ai rischi che avrebbe comportato per la salute un ricorso eccessivo alla suddetta sostanza.

Dopo il primo lancio del 1985, con il tempo la Jolt Cola si evolse, introducendo il più economico sciroppo di glucosio-fruttosio al posto dello zucchero di canna, e cambiando il suo slogan in “Tutto il gusto e il doppio della caffeina”. Le vendite, però, in particolar modo all’estero, cominciarono a scemare, e così la “bevanda energetica” tipica degli Anni ’80 cominciò a scomparire dagli scaffali dei supermercati, continuando comunque ad essere commercializzata negli States. Infatti con l’avvento del XXI secolo, negli USA la bibita è diventata una delle più utilizzate da tecnici informatici, hacker e appassionati di videogame, e ha cambiato il suo nome in Jolt Power Cola, con l’aggiunta di nuovi ingredienti che l’hanno resa molto più simile agli attuali energy drink, piuttosto che ad una cola “potenziata” in caffeina.

Ma di recente, la storica bevanda Anni ’80 è tornata a far parlare di sé per un nuovo progetto commerciale che mira a rinverdire i fasti di circa trent’anni fa. Vediamo di cosa si tratta.

Jolt Cola Anni '80: le origini della bevanda.
Jolt Cola Anni ’80: le origini della bevanda.