Marco Osio con la maglia del Parma.

È stato tra i simboli del grande Parma di Nevio Scala: ecco cosa fa oggi Marco Osio.

Ha legato gran parte della sua carriera calcistica al Parma degli Anni ’90, la squadra capace di sorprendere l’Italia e l’Europa e che, guidata da Nevio Scala, andò a vincere sia in campo nazionale che internazionale. Artefice dei primi successi di quella storica formazione, protagonista della promozione in Serie A da cui poi sarebbero partiti i fasti delle stagioni successive, Marco Osio si guadagnò sul campo il soprannome di “Sindaco” da parte dei tifosi ducali che ancora oggi lo ricordano con tanto affetto. Dai primi Anni ’80 fino agli ultimi scorci del XX secolo, l’attaccante anconetano ha indossato anche altre maglie, ma è indubbio che i suoi momenti migliori li abbia vissuti proprio in Emilia. Ripercorriamo, dunque, per sommi capi, la storia dell’ex calciatore gialloblu, e scopriamo di cosa si occupa oggi tra calcio e imprenditoria “tecnologica”.

Cresciuto nelle giovanili del Torino, Marco Osio debutta in Serie A nel febbraio del 1984 quando, in seguito a numerose defezioni dell’ultima ora, viene convocato improvvisamente in prima squadra. E proprio in quell’occasione riesce anche a calcare il campo con la maglia granata nel match contro l’Avellino vinto per 4-2 dalla formazione piemontese. Resta in organico fino al 1986, mettendo insieme appena 6 presenze al termine della sua prima avventura al Toro. Nella stagione 1986-1987 viene girato in prestito all’Empoli, appena promosso nel massimo campionato. La prima gara con la squadra toscana è a dir poco memorabile per il centravanti marchigiano, che riesce subito a lasciare il segno con un colpo di testa che vale una storica vittoria sull’Inter.

Dopo appena un anno con l’Empoli, Marco Osio scende di categoria, trasferendosi in Serie B (sempre in prestito) al Parma, dando inizio di fatto ad una delle esperienze più importanti della sua carriera da calciatore. Con la maglia ducale si instaura subito un rapporto speciale, vivendo anche l’infelice parentesi Zeman, con il tecnico boemo che viene esonerato dopo pochi mesi di permanenza in Emilia. Nel 1989-1990 arriva la prima soddisfazione in gialloblu, con il Parma di Nevio Scala che ottiene un’esaltante promozione nella massima serie: Osio entra nel cuore dei tifosi per aver segnato la prima rete nel derby con la Reggiana, che consegna la certezza matematica dell’approdo in Serie A alla compagine emiliana.

Marco Osio, grande protagonista del Parma di Scala.
Marco Osio, grande protagonista del Parma di Scala.