House Party: si lavora al reboot.

L’asso del basket ha deciso di riportare al cinema il mitico House Party.

Negli Anni ’90 divenne un vero e proprio fenomeno mediatico, con incassi decisamente cospicui e la critica che si schierò dalla sua parte. E così “House Party” è entrato di diritto tra i film commedia-cult, garantendosi anche una serie di sequel tra cinema e home-video. La pellicola del 1990 diretta da Reginald Hudlin e interpretata dal duo musicale-pop Kid’n Play, prossimamente tornerà sul grande schermo con un lungometraggio nuovo di zecca che, alla produzione, vanterà la firma di LeBron James, star americana del basket che negli ultimi tempi si sta cimentando anche con il mondo del cinema.

Dopo aver cercato invano (almeno fino ad ora) di realizzare un sequel di “Space Jam”, LeBron James ha deciso di lanciarsi in questa nuova avventura cinematografica, producendo un inedito capitolo per il grande schermo del mitico “House Party”. La pellicola, infatti, verrà prodotta dalla SpringHill Entertainment, gestita proprio dal campione di basket insieme a Maverick Carter. Dunque, dopo i tre lungometraggi che tra il 1990 e il 1994 sono giunti nelle sale di tutto il mondo, è in fase di lavorazione il progetto per il rilancio del film portato alla ribalta dai Kid’n Play, con la sceneggiatura che verrà approntata da Stephen Glover e Jamal Olori, conosciuti al grande pubblico come autori di “Atlanta”.

Mentre tutti parlano di un reboot di “House Party”, proprio LeBron James, nel confermare che sarà il produttore della commedia statunitense, non vuole sentir parlare di questo termine, affermando che la prossima versione della pellicola sarà “interamente nuova”, ribadendo con forza che non ci saranno collegamenti diretti con il cult Anni ’90. Al contempo, il grande cestista ha ricordato che da ragazzo è cresciuto con il mito di “House Party”, e che per lui è un onore poter collaborare alla realizzazione del lungometraggio che, di fatto, segnerà il ritorno di questo storico titolo al cinema. Il socio dell’atleta americano, Maverick Carter, ha invece annunciato che sono già partiti i provini e i casting per scegliere i musicisti che dovranno approntare la colonna sonora del film, escludendo che LeBron James possa apparire in un cameo, nonostante abbia già lavorato sul set di “Un disastro di ragazza”.

La casa di produzione diretta dal campione dei Cleveland Cavaliers, in questi ultimi tempi è piuttosto attiva, poiché avrebbe in cantiere anche altri interessanti progetti, oltre quello legato a “House Party”. La SpringHill, infatti, starebbe lavorando ad una miniserie da lanciare su Netflix, dedicata a Madam C.J. Walker, storica attivista statunitense che verrà interpretata da Octavia Spencer. Al contempo, risulta piuttosto attesa anche la docu-serie dal titolo “Warriors of Liberty City” prodotta per Starz. Tornando al film-commedia del 1990, prima di poterlo rivedere al cinema con una storia completamente inedita, andiamo a ripercorrerne la trama originale e il successo tra pubblico e critica.

LeBron James produrrà il nuovo House Party.
LeBron James produrrà il nuovo House Party.