House Party Anni ’90: trama e riscontri

La vicenda che ruota intorno al primo capitolo di “House Party” è piuttosto semplice: tre giovani studenti decidono di organizzare una grande festa a casa di un compagno di scuola, Play, approfittando dell’assenza dei genitori di quest’ultimo. Kid, però, deve fare i conti con il divieto impostogli dal padre, e per poterlo aggirare decide di andarsene di nascosto. Dopo essere giunto all’agognata festa, nel momento in cui va via per accompagnare due amiche nelle rispettive dimore, il giovane preferisce utilizzare una porta secondaria. Avvistato dalla polizia, viene scambiato per un ladro e arrestato. A questo punto si scatena una divertente “caccia al denaro” da parte degli amici di Kid, costretti ad andare in giro per tutta la notte, nella speranza di poter accumulare la somma necessaria per pagare la cauzione che permetterà al ragazzo di lasciare il carcere.

Quando diciamo che “House Party” rappresenta uno dei più grandi successi cinematografici degli Anni ’90 per quanto concerne il genere commedia, non lo facciamo per caso. Difatti, numeri alla mano, la pellicola diretta da Reginald Hudlin è riuscita ad incassare ben 26 milioni di dollari, ed è stata distribuita addirittura in 700 sale in tutto il mondo. E se spesso accade che pubblico e critica viaggino su binari contrapposti, in questo caso invece si sono ritrovati decisamente sullo stesso piano. Infatti anche gli addetti ai lavori hanno premiato il lungometraggio del 1990, con il sito “Rotten Tomatoes” che gli ha riservato una valutazione di 6,9 su 10, e giudizi decisamente positivi da parte di voci autorevoli del settore. Ad esempio, proprio 28 anni fa, Roger Ebert del “Chicago Sun-Times” gli ha dato ben tre stelline su quattro, mettendo in risalto “energia ed esuberanza” del film e apprezzando il giusto mix tra canto e danza presente per l’intera durata della produzione cinematografica.

Forte del successo ottenuto nel 1990, negli anni successivi sono arrivati altri due capitoli della commedia americana: nel 1991 è stato lanciato “House Party 2”, mentre nel 1994 è arrivato “House Party 3”. Per quanto riguarda il secondo film, nel cast ritroviamo Lawrence e Campbell nei consueti ruoli, mentre per il terzo lungometraggio sono stati ingaggiati altri gruppi legati soprattutto alla musica hip-hop, R&B TLC. Con l’avvento del XXI secolo, nel 2001 è arrivato anche un quarto episodio della saga, distribuito esclusivamente per il mercato home-video. Invece nel 2013, sempre in DVD, i fan dell’ormai storica pellicola hanno potuto seguire “House Party: Tonight’s the Night” con un cast completamente rinnovato.

Ed ora, invece, è giunto il momento di attendere la realizzazione e la distribuzione del nuovo progetto “House Party” firmato LeBron James. Sarà all’altezza del mito Anni ’90?

House Party Anni '90: trama e accoglienza.
House Party Anni ’90: trama e accoglienza.