La Famiglia Addams 1991: 10 cose da sapere.

Si tratta di uno dei progetti di maggior successo legati alla Famiglia Addams: ecco cosa c’è da sapere sul film.

Il mito de La Famiglia Addams è piuttosto radicato nel tempo, avendo attraversato intere e differenti generazioni, riuscendo sempre ad attirare il pubblico grazie al suo umorismo decisamente dark, in grado di strappare indubbiamente qualche risata al pubblico. Gli iconici personaggi sono nati addirittura negli Anni ’30 da un’idea di Charles Addams, il quale per la prima volta realizzò e pubblicò una serie di vignette dallo sfondo ironico su “The New Yorker”. Tuttavia, la grande popolarità di Gomez, Zio Fester e di tutti gli altri componenti dello “oscuro” nucleo familiare, si è decisamente accresciuta grazie ad una bella e indimenticabile serie televisiva degli Anni ’60, durante la quale si decise proprio di dare una maggiore caratterizzazione ai vari protagonisti, dandogli anche dei nomi ben precisi che, fino a quel momento, non avevano avuto.

Negli Anni ’90, poi, arrivò un film per il cinema diretto da Barry Sonnenfeld che contribuì a rinverdire e a rafforzare ulteriormente il mito della Famiglia Addams, grazie anche ad un ottimo cast che vantava, tra gli altri, Anjelica Huston nel ruolo di Morticia, Raul Julià in quello di Gomez e, infine, Christopher Lloyd nei panni di un indimenticabile Zio Fester. Il talento e la simpatia degli attori riprodusse alla perfezione il taglio umoristico dei protagonisti che vivevano in una grande e macabra villa circondata da un cimitero, sottolineando anche quei valori morali (legati soprattutto all’importanza dell’unione e della solidarietà familiare) che Charles Addams inserì nelle sue strisce a fumetti degli Anni ’30.

La pellicola del 1991, ispirata sia alle vicende della Serie Tv che di un popolare cartone animato, fu sviluppata in un primo momento dalla Orion Pictures che deteneva già i diritti del telefilm Anni ’60, ma in seguito ad una serie di difficoltà economiche decise di avviare una collaborazione con la Paramount che si occupò di curare la distribuzione del lungometraggio negli Stati Uniti, mentre alla Orion rimase la gestione dei diritti internazionali. Sempre nel corso degli Anni ’90, arrivarono anche dei sequel: “La Famiglia Addams 2” nel 1993, e un meno conosciuto “La Famiglia Addams si riunisce” del 1998 che venne girato e lanciato solo per il mercato home-video.

Dunque, dopo aver ripercorso per sommi capi le origini di Gomez e parenti, e i progetti legati alle loro avventure simpaticamente “dark”, andiamo a scoprire quali sono le 10 curiosità inerenti La Famiglia Addams del 1991.

Zio Fester: in origine non era Christopher Lloyd

Come abbiamo accennato in precedenza, e come ricorderanno tutti i fan del film del 1991, in questa pellicola è rimasta memorabile la grande interpretazione di Zio Fester da parte di Christopher Lloyd. In realtà, il celebre Doc Brown di “Ritorno al Futuro” non fu una prima scelta per la produzione che, inizialmente, aveva pensato ad un altro grande attore, ovvero Anthony Hopkins. Questi, però, dopo essere stato contattato, preferì rinunciare all’idea di calarsi nei panni di Fester, perché aveva già accettato di portare sul grande schermo un altro grande personaggio del cinema internazionale, ossia Hannibal Lecter del capolavoro “Il Silenzio degli Innocenti”.

Anthony Hopkins rifiutò il ruolo di Zio Fester.
Anthony Hopkins rifiutò il ruolo di Zio Fester.