Melrose Place: dubbio scandalo sessuale.

L’uomo, oggi 36enne, avrebbe chiesto un risarcimento da 250 mln di dollari.

Dalle problematiche e turbe giovanili-adolescenziali, ai dubbi su presunte molestie sessuali. “Melrose Place”, celebre Serie Tv statunitense che in Italia è stata molto seguita dal 1993 al 2000 diventando, insieme a “Beverly Hills 90210” e “Dawson’s Creek”, uno dei telefilm più amati dai ragazzi degli Anni ’90, in queste ultime settimane è tornata alla ribalta per una vicenda che, purtroppo, ha poco da spartire con il mondo della televisione e dello spettacolo. Infatti dagli Stati Uniti stanno giungendo voci contrastanti circa degli eventuali abusi sessuali che una ex protagonista della celebre produzione statunitense avrebbe perpetrato, circa vent’anni fa, nei confronti di un ragazzo a quell’epoca sedicenne.

Il sito statunitense TMZ, specializzato in fatti legati ai divi del cinema e del piccolo schermo, ha riportato innanzitutto che un uomo di 36 anni, Anthony Oliver, avrebbe adito le vie legali per chiedere un risarcimento a Jamie Luner, ex Lexi Sterling di “Melrose Place” che, secondo lui, nel 1998 avrebbe abusato di lui sessualmente, dopo avergli fatto assumere degli alcoolici e della droga. L’episodio si sarebbe verificato proprio durante un party organizzato per festeggiare l’ingresso nel cast della Serie Tv Anni ’90 dell’attrice californiana, alla quale il giovane (aveva 16 anni in quel periodo) si sarebbe recato dietro invito di uno dei truccatori dello staff.

Secondo Anthony Oliver, dunque, proprio in quel frangente, il ragazzo sarebbe stato avvicinato da Jamie Luner che l’avrebbe invitato ad appartarsi con lei, e proprio in quel momento, dopo essere stato convinto a bere del whisky e ad assumere delle sostanze stupefacenti, si sarebbe intrattenuto sessualmente con la donna e il truccatore stesso. La vicenda sarebbe stata denunciata a vent’anni di distanza su suggerimento del terapista dell’uomo, il quale si starebbe sottoponendo a delle sedute presso uno specialista per uscire dal tunnel dell’alcool nel quale sarebbe caduto proprio dopo “l’incontro” con la famosa Lexi Sterling di “Melrose Place”. Da qui, la richiesta di 250 milioni di dollari di risarcimento.

Immediata è giunta la replica dei legali dell’artista statunitense, i quali hanno parlato di accuse “completamente infondate”, facenti parte di una strategia mirata e organizzata da Oliver per poter ottenere del denaro a scopo di “estorsione”. In effetti, le dichiarazioni degli avvocati di Jamie Luner troverebbero riscontro nel passato non proprio cristallino del 36enne, emerso proprio negli ultimi giorni e riportato dal “Daily Mail”. Vediamo di cosa si tratta.

Melrose Place: Jamie Luner accusata di presunti abusi.
Melrose Place: Jamie Luner accusata di presunti abusi.