Il ritorno dell'Isola di Fuoco.

Il celebre gioco da tavolo sta per tornare in una versione aggiornata.

Era il 1986 quando l’azienda Milton Bradley (meglio conosciuta con la sigla MB) lanciò sul mercato dei giocattoli un nuovo prodotto destinato a fare la storia. Si chiamava L’Isola di Fuoco e, a quei tempi, si trattò di un gioco da tavolo rivoluzionario, grazie ad una scenografia in rilievo che riproduceva un percorso lungo un’isola tropicale, con tanto di idolo posto al centro del tabellone, pronto a “colpire” i giocatori con le sue “palle di fuoco”. Oggi, tra il pubblico nostalgico, ci sono molte persone che ambirebbero ad avere nuovamente tra le mani il gioco completo, e per farlo spesso ne cercano degli esemplari sul mercato dell’usato tramite siti specializzati come eBay. Al contempo, però, ci sono diversi collezionisti che non si priverebbero mai e poi mai della loro “preziosa” scatola completa targata Anni ’80.

Se vi manca L’Isola di Fuoco e vorreste rigiocarci volentieri, presto potrete essere accontentati grazie ad un’iniziativa volta a riportare in auge questo leggendario gioco da tavolo del 1986 in una versione rinnovata e aggiornata che punta a coinvolgere anche i giovani del XXI secolo. L’idea è stata lanciata sulla piattaforma Kickstarter con annesso un crowdfunding che, nel giro di poche ore, ha raggiunto e sfondato la soglia minima di finanziamento richiesta dai promotori del progetto.

L’azienda che ha deciso di riproporre, a più di trent’anni di distanza dal debutto, L’Isola di Fuoco, si chiama Restoration Games, fondata proprio per presentare nuovamente storici giochi e giocattoli del passato, avvalendosi di specifiche campagne di crowdfunding. Nel caso del prodotto MB degli Anni ’80, la raccolta fondi si chiamava “Fireball Island: The Curse of Vul-Kar” e proponeva una nuova versione rispetto all’originale, con un regolamento leggermente differente e ulteriori pericoli e imprevisti atti a rendere l’intera esperienza di gioco ancora più spettacolare e imprevedibile.

La proposta ha avuto un grandissimo successo, con numeri da capogiro che lasciano intendere quanto i giovani degli Anni ’80 siano rimasti legati alla mitica Isola di Fuoco, e quanto vorrebbero rivederla sugli scaffali di tutti i negozi (fisici e online) per comprarne subito una scatola ed immergersi, così, nuovamente nelle atmosfere “infuocate” del tabellone a rilievo, facendo sempre attenzione all’implacabile idolo.

La nuova Isola di Fuoco di Restoration Games.
La nuova Isola di Fuoco di Restoration Games.