Il cuore d’oro di Stan Lee: una fondazione per promuovere l’istruzione

Stan Lee, oltre ad essere stato uno dei più grandi fumettisti di tutti i tempi, nonché un imprenditore di successo, è stato anche un uomo che ha rivolto una certa attenzione alle persone meno fortunate. A conferma di ciò, nel 2010 ha dato il via alla Stan Lee Foundation, ovvero un’organizzazione benefica che a tutt’oggi s’impegna per promuovere l’istruzione, l’alfabetizzazione e le materie umanistiche. L’associazione, tra le altre cose, si propone di introdurre programmi di sostegno alla formazione e alla divulgazione della cultura e, allo stesso tempo, si fa promotrice della diversità e delle arti liberali.

La Stan Lee Foundation per promuovere l'istruzione.
La Stan Lee Foundation per promuovere l’istruzione.

La nascita del “metodo Marvel”

Stan Lee è stato un innovatore non solo nell’arte fumettistica, ma anche nella gestione delle varie attività di creazione e realizzazione di progetti editoriali. L’imprenditore ha introdotto, di fatto, quello che oggi viene comunemente definito il “team work”, che prevede la stretta collaborazione tra vari componenti nel portare a termine una determinata attività. L’editore è passato alla storia per aver lanciato il cosiddetto “metodo Marvel”, che prevedeva innanzitutto una cooperazione tra sceneggiatore e illustratore.

Nel 2010, durante un’intervista alla CNN, il fumettista americano rivelò che lui ideava la storia originale, poi ne affidava i disegni ai professionisti del settore, e in un secondo momento si occupava di editarla e di gestire la direzione creativa. Dunque, non ha mai lavorato in piena solitudine, ma ha sempre preferito “collaborare con altri”. E proprio questo è stato uno dei segreti che hanno permesso ad alcuni personaggi della Marvel di diventare immortali.

L'innovativo Metodo Marvel.
L’innovativo Metodo Marvel.