Il ritorno di Walt Disney al cinema

Mary Poppins ha segnato un momento importante nella vita di Walt Disney. Questi, infatti, nel 1964 decise di presenziare alla prima proiezione al cinema della sua pellicola, riprendendo un’abitudine che aveva abbandonato ben trent’anni prima. Infatti l’ultima apparizione in sala dell’animatore statunitense risaliva proprio al 1937, ovvero quando aveva seguito l’esordio di “Biancaneve e i sette nani”, il primo storico Classico Disney. Del resto, la scelta di assistere al debutto assoluto del film tratto dai romanzi di Pamela Lyndon Travers fu dettata dalla convinzione dell’imprenditore americano che si trattasse del punto più alto della sua carriera.

Walt Disney ha assistito alla prima di Mary Poppins.
Walt Disney ha assistito alla prima di Mary Poppins.

Julie Andrews accettò Mary Poppins per “ripiego”

Il primo a pensare a Julie Andrews come probabile Mary Poppins fu Robert Sherman, il quale la notò mentre cantava al “The Ed Sullivan Show”. Infatti la pellicola del 1964 ha rappresentato l’esordio assoluto dell’artista britannica al cinema, sfociato addirittura nell’Oscar come miglior attrice protagonista. Non tutti sanno però che l’attrice accettò di indossare i panni della tata nata dalla fantasia della Travers solo come ripiego, dopo essere stata scartata al provino per interpretare Eliza Doolittle in “My Fair Lady”. Si trattò di una grossa delusione per la Andrews che, quando ormai era certa di aver ottenuto la parte fu bocciata da Jack Warner, presidente della Warner Bros, ritenendola troppo sconosciuta per un ruolo importante come quello.

Il destino, tuttavia, volle premiare proprio Julie Andrews che, dopo aver accettato in seconda istanza di indossare i panni di Mary Poppins, si aggiudicò un Golden Globe battendo proprio Audrey Hepburn, colei che le aveva soffiato la parte in “My Fair Lady”.

Julie Andrews: Mary Poppins non era la prima scelta.
Julie Andrews: Mary Poppins non era la prima scelta.