Ennesimo successo al botteghino

Tranne qualche rara eccezione, tutti i Classici Disney sono riusciti ad ottenere risultati significativi al botteghino internazionale. Fa parte di questa schiera di grandi successi anche “Il libro della giungla”. A fronte di un budget di 4 milioni di dollari per la produzione, la pellicola del 1967 ottenne il quarto posto tra quelle più “ricche” dell’anno. Bisogna ricordare che, dopo il debutto alla fine degli Anni ’60, la storia di Mowgli è tornata al cinema in altre tre occasioni: nel 1978, nel 1984 e nel 1990. In totale è riuscita ad incassare 141 milioni di dollari solo negli Stati Uniti e 205 in tutto il mondo. Ad oggi il lungometraggio occupa la 29^ posizione nella classifica dei film più seguiti di sempre in America, mentre in Germania è addirittura terzo alle spalle di colossi come “Titanic” e “Avatar”.

Gli incassi de Il libro della giungla.
Gli incassi de Il libro della giungla.

Il No di John Lennon

Per la colonna sonora de “Il libro della giungla” la Disney si rivolse ai fidati fratelli Sherman, i quali scrissero cinque brani per il lungometraggio. In un primo momento pensarono di coinvolgere anche i Beatles nel progetto cinematografico e, proprio per loro, scrissero la canzone “That’s What Friends Are For”. Tuttavia, quando contattarono i leggendari Fab Four, John Lennon rifiutò la proposta, dicendo di non essere affatto interessato a lavorare per un film d’animazione. Peccato che poco dopo sarebbe arrivato “Yellow Submarine”, cambiando quindi idea rispetto alle intenzioni iniziali.

John Lennon disse No a Il libro della giungla.
John Lennon disse No a Il libro della giungla.