I dubbi di Rupert Everett

Rupert Everett ha spiegato alla rivista americana che, in un primo momento, quando gli fu offerto il ruolo di George Downes, ebbe una serie di dubbi sulla bontà del progetto. Infatti quando gli fu consegnato il copione la sceneggiatura non era stata ancora scritta completamente, e questa circostanza fece sì che si accostasse alla pellicola con un certo scetticismo e un “atteggiamento piuttosto negativo”. Per fortuna, però, la situazione cambiò completamente quando parlò con il regista P.J. Hogan.

E così oggi l’attore britannico può affermare senza remore che si tratta di una pellicola “fantastica”, aggiungendo che l’ultima volta in cui l’ha rivista si è anche commosso ricordando i momenti magici vissuti in quell’estate degli Anni ’90 quando furono realizzate le riprese della commedia romantica.

Rupert Everett era George Downes.
Rupert Everett era George Downes.

Per Julia Roberts è stato amore a prima vista

A differenza di Rupert Everett, tra Julia Roberts e “Il matrimonio del mio migliore amico” è scoccato fin da subito il colpo di fulmine. L’artista statunitense ha dichiarato che fin da subito si accorse della brillantezza della trama, trovandola “divertente e intelligente”. Inoltre ha svelato di aver profondamente apprezzato la “fisicità” del film, ricordando le sue simpatiche cadute: “Cadevo sulle cose, cadevo su me stessa, cadevo su Dermot”.

Julia Roberts era Julianne Potter.
Julia Roberts era Julianne Potter.