La vera voce di Terence Hill in inglese

Anche nell’edizione italiana di questo film Terence Hill è stato doppiato dall’immancabile Michele Gammino. Invece, per quanto concerne la versione in lingua inglese, l’attore ha sempre preferito auto-doppiarsi con la sua voce. Ad oggi le pellicole in lingua straniera in cui si può ascoltare realmente il timbro vocale dell’amato artista sono molto rare e agognate dai fan-collezionisti. Ovviamente questa bella abitudine si è ripetuta anche per “Non c’è due senza quattro”, dove si è distinto soprattutto per la “interpretazione” del ricco Bastiano Coimbra de la Coronilla y Azevedo. Infine, come ha rivelato lo stesso Terence Hill in numerose interviste: “Come per quasi tutti i film, ho usato la mia voce nella versione inglese”.

Non c'è due senza quattro: il doppiaggio di Terence Hill.
Non c’è due senza quattro: il doppiaggio di Terence Hill.

Bud Spencer “brasiliano” DOC

Una delle scene più famose di “Non c’è due senza quattro” è quella in cui Elliot e Greg si recano in visita alla piantagione di banane. In quest’occasione, il personaggio interpretato da Bud Spencer rivela di aver già vissuto in Brasile come cercatore di diamanti. Nella realtà, l’attore partenopeo è stato davvero per un lungo periodo nel Paese sudamericano, quando ha lavorato al consolato italiano di Recife. I fan del compianto artista ricorderanno bene che è stato un vero e proprio poliglotta, infatti oltre all’italiano e al napoletano (che lui non considerava un semplice dialetto, ma una lingua a tutti gli effetti), parlava senza problemi il tedesco, lo spagnolo, il francese e naturalmente il portoghese grazie al periodo “brasiliano” della sua vita, durato alcuni anni.

Non c'è due senza quattro: Bud Spencer e il Brasile.
Non c’è due senza quattro: Bud Spencer e il Brasile.