Miami Supercops: 10 cose da sapere.

I fan “puristi” della coppia di artisti considera questo come l’ultimo, vero film.

Nel 1985 Bud Spencer e Terence Hill, diretti da Bruno Corbucci, tornarono al cinema con “Miami Supercops”, 15° e penultimo film che li ha visti sul set insieme. In realtà, su quest’aspetto ancora oggi è aperto il dibattito tra i fan della mitica coppia artistica, poiché i cosiddetti “puristi” considerano questa pellicola come il vero e proprio atto finale dell’epopea delle “scazzottate” più famose del grande schermo. Secondo questa frangia di pubblico, infatti, il successivo “Botte di Natale”, uscito nel 1994, più che un vero e proprio nuovo lungometraggio rappresenta una sorta di revival nostalgico privo della storica verve che aveva accompagnato i lavori precedenti. Dall’altro lato, invece, ci sono coloro che sostengono che il film degli Anni ’90 rappresenti proprio l’atto conclusivo ufficiale delle avventure cinematografiche dei due attori, essendo una produzione con una trama originale, e non di certo una raccolta dei momenti migliori degli iconici titoli del passato.

Tornando nello specifico su “Miami Supercops”, prima di scoprire quali sono le principali curiosità sul film, ripercorriamone brevemente la trama (Attenzione, per chi non l’avesse visto si tratta di spoiler!). Doug Bennet (Terence Hill) e Steve Forrest (Bud Spencer) sono due grandi amici: il primo lavora per la polizia di New York, mentre il secondo ha deciso di ritirarsi perché disgustato dalla burocrazia eccessiva che spesso frena il regolare corso della giustizia. Nonostante ciò, emerge una vicenda che richiede tutta l’esperienza dei due poliziotti: il malvivente Joe Garret (Richard Liberty) appena esce di prigione si reca a Miami. Infatti, coadiuvato da altri complici, aveva effettuato una rapina in una banca di Detroit, riuscendo a portar via un bottino da 20 milioni di dollari e nascondendolo in luogo che solo lui conosceva.

A questo punto Doug e Steve, che 9 anni prima erano riusciti ad arrestarlo, sono gli unici che possono ricominciare ad indagare sul caso, ma l’ex agente è piuttosto deciso nel non volere rientrare in polizia. Nel frattempo proprio Garret viene assassinato, e questa vicenda non fa altro che rendere ancora più complicato il caso. Doug, così, decide di ricorrere ad uno stratagemma per fare in modo che l’amico cominci ad interessarsi nuovamente all’indagine. I due protagonisti di “Miami Supercops” tornano dunque a lavorare insieme e, affiancati da Irene (Jackie Castellano), Annabelle, Charro (William Gin) un indiano molto vicino alla vittima, e il dirigente Tanney (G.B. Seay), riescono a scoprire la verità.

Garret, infatti, prima di essere ucciso è riuscito a lasciare una prova schiacciante sulle responsabilità di Robert Delmann (Ken Ceresne), un noto imprenditore di Miami che, in realtà, si chiama Ralph Duran, ovvero uno dei complici del rapinatore.

Ed ora, dopo aver ripercorso per sommi capi la storia di “Miami Supercops”, andiamo a scoprire quali sono le 10 curiosità sulla pellicola del 1985 con Bud Spencer e Terence Hill.

Miami Supercops: trama del film del 1985.
Miami Supercops: trama del film del 1985.