Bud Spencer nel suo destino

Inutile dire che quella formata da Bud Spencer e Terence Hill è stata una delle coppie artistiche più amate dal pubblico, che ancora oggi non smette di (ri)vedere i loro indimenticabili film. E sembra proprio che il sodalizio artistico con il compianto attore napoletano fosse nel destino di Mario Girotti da sempre. Infatti, prima di lavorare insieme in “Dio perdona, io no”, entrambi si erano già sfiorati in precedenza, ovvero nel 1959, quando avevano lavorato in “Annibale”, anche se non si erano mai incontrati perché avevano girato delle scene completamente differenti.

In precedenza, invece, si erano incrociati in piscina, poiché Bud Spencer nuotava nella stessa squadra di cui faceva parte Terence Hill.

Terence Hill: il sodalizio artistico con Bud Spencer.
Terence Hill: il sodalizio artistico con Bud Spencer.

La cittadinanza onoraria di Gubbio

Come abbiamo avuto modo di sottolineare in apertura, Terence Hill è passato alla storia indubbiamente per il mitico personaggio di Trinità e per i numerosi film in coppia con Bud Spencer, ma anche per aver portato sul piccolo schermo con successo il prete-investigatore Don Matteo. E proprio grazie a questo personaggio e alla sua impeccabile interpretazione, si è meritato la cittadinanza onoraria di Gubbio.

La fiction targata Rai, infatti, prima di spostarsi a Spoleto, per ben otto stagioni è stata girata a Gubbio. Nel 2014 il Comune umbro ha deciso di nominare l’attore veneto cittadino onorario per aver conferito enorme prestigio, grazie al suo Don Matteo, al “patrimonio architettonico, storico, culturale della città”, ma anche per aver stretto un profondo legame con l’intera comunità eugubina, avendo presenziato a numerosi eventi significativi e di prestigio. Inoltre è stato messo in evidenza come Terence Hill rappresenti un “esempio di coerenza e impegno morale e civile”, facendo da punto di riferimento per i giovani d’oggi con la sua brillante carriera cinematografica e televisiva.

Terence Hill cittadino onorario di Gubbio.
Terence Hill cittadino onorario di Gubbio.