SOS Fantasmi: 5 cose da sapere sul film Anni '80.

Lanciato nel 1988, oggi SOS Fantasmi è uno dei grandi classici del Natale.

Nel 1988 debuttò al cinema “SOS Fantasmi” di Richard Donner, un film che conobbe un discreto successo che, tuttavia, non avrebbe mai fatto pensare che col tempo sarebbe diventato un autentico cult natalizio. Accanto ad altri titoli storici quali “Una Poltrona per Due” e “Mamma ho perso l’Aereo”, questo particolare adattamento del “Canto di Natale” di Charles Dickens è diventato uno degli appuntamenti fissi delle festività natalizie, una sorta di tradizione immancabile alla quale non si può rinunciare per calarsi appieno nell’atmosfera tipica del mese di dicembre, regalandosi qualche risata ma anche importanti spunti di riflessione.

Questa rivisitazione Anni ’80 dell’opera di Dickens risulta particolarmente originale per aver presentato un ottimo mix tra racconto letterario, televisivo e cinematografico, rivedendo il “Canto di Natale” sotto un aspetto ironico sì, ma a tratti anche grottesco e dal retrogusto satirico che conferisce una certa unicità alla pellicola. Se a tutto ciò aggiungiamo un Bill Murray d’annata, protagonista di una performance memorabile, il cult natalizio è servito! Soprattutto nella sua parte iniziale, “SOS Fantasmi” si segnala per la sua capacità di ironizzare su tutti gli stereotipi e i luoghi comuni del Natale, legati soprattutto alla retorica sul buonismo, sulla generosità e sull’educazione, valori di cui l’essere umano si ricorda solo ed esclusivamente durante il mese di dicembre.

Nella sezione finale del lungometraggio del 1988, abbiamo forse la parte meno attraente del cult natalizio, con Murray che, uscendo un po’ dai suoi tratti ironico-satirici, cerca di mettere in scena la svolta nell’animo del protagonista in maniera un po’ forzosa e artificiosa. Ad ogni modo, nel computo generale della pellicola, quest’aspetto non intacca affatto la splendida prova attoriale dell’artista statunitense, mattatore assoluto di “SOS Fantasmi” che, grazie a questo film, attirò su di sé le attenzioni di Sofia Coppola e Wes Anderson, che negli anni a seguire l’avrebbero reclutato per numerosi titoli, lasciandogli piena di libertà di esibire tutto il suo talento e la comicità innata in altre pellicole.

Prima di approfondire le 5 curiosità principali su “SOS Fantasmi”, ripercorriamone brevemente la trama, ricordando a quei pochi che non avessero visto il lungometraggio di Richard Donner che si tratta di spoiler.

SOS Fantasmi: film cult del 1988.
SOS Fantasmi: film cult del 1988.